Currently browsing tag

Rivoluzione francese

t2c_the_sea_rises_by_phiz-jpeg-jpeg

DUE FAMIGLIE E DUE CITTÀ NELLA RIVOLUZIONE FRANCESE

di Giuliana Arena – Abbiamo riletto per voi “Una storia tra due città”, il romanzo storico di Charles Dickens che mette in scena, da un punto di vista liberale, gli anni torbidi della rivoluzione francese e del terrore. L’ultima edizione italiana del romanzo Una storia tra due città di Charles …

Couthon a Lione

COUTHON, LA RIVOLUZIONE IN SEDIA A ROTELLE

di Giancarlo Ferraris – «Portate un bicchiere di sangue, Couthon ha sete!». Così i girondini sintetizzarono la figura dell’autore della famigerata legge del 22 pratile 1794, che in un mese e mezzo portò al patibolo più di 1300 “nemici del popolo”. Un “diversamente” rivoluzionario. È noto che la Rivoluzione francese …

La battaglia di Valmy, di Emile-Jean-Horace Vernet

LA RIVOLUZIONE SCONVOLGE L’ARTE DELLA GUERRA

di Max Trimurti – Wolfgang Goethe, testimone della vittoria francese a Valmy il 20 settembre 1792, disse di aver visto aprirsi “una nuova era della storia del Mondo”. Lo scrittore tedesco aveva capito che i popoli sarebbero stati gli attori della storia. Anche il modo di condurre la guerra ne …

Cattura

SAINT-JUST, ANGELO E DEMONE DELLA RIVOLUZIONE

di Giancarlo Ferraris – Fece sentire la sua voce in tutte le questioni in cui la Francia rivoluzionaria si dibatté, dando prova di entusiasmo, lucidità e durezza. Collaboratore di Robespierre, entrò nel Comitato di Salute Pubblica dimostrandosi strenuo difensore dell’unità rivoluzionaria e nemico di tutte le fazioni. Da qui la …

Marat scrive i suoi articoli, di Luc-Etienne Melingue

IL GIOVANE MARAT, SOLO E SEMPRE UN RIVOLUZIONARIO

di Giancarlo Ferraris –   Medico, scrittore, filosofo e scienziato, costantemente agitato da idee radicali. In gioventù Marat coltivò con alterni successi la passione per le scienze esatte, la speculazione teoretica e il sogno di un rivolgimento sociale che abbattesse il legame tra diritti politici e censo.    Una famiglia …

coverrober

DA PRATILE A TERMIDORO, ASCESA E DECLINO DI ROBESPIERRE

di Roberto Poggi – Chi credeva che il 1794 fosse il preludio di una stagione di pacificazione dovette bruscamente ricredersi. Nella visione di Robespierre e dei suoi più accesi sostenitori la virtù repubblicana ispirata dall’immortalità dell’anima non poteva essere disgiunta dall’inflessibile disciplina necessaria a infondere la giustizia popolare agli oppositori. …

918px-Flag_of_the_Repubblica_Cispadana.svg

IL LAICISMO DI GIUSEPPE COMPAGNONI

di Massimo Ragazzini – Contenimento degli “eccessi” della rivoluzione francese, uguaglianza degli individui e dei sessi, tolleranza religiosa ma assoluta separazione tra Stato e Chiesa. Il pensiero di Compagnoni segna uno dei punti più alti raggiunti dalla coscienza laica nella storia civile e politica italiana. (da Annali Romagna 2016, supplemento …

dantontarbes

IL GIOVANE DANTON, BOHÉMIEN E RIVOLUZIONARIO

di Giancarlo Ferraris – Personaggio irruento e sbrigativo, la sua formazione giovanile è ispirata tuttavia a principi squisitamente illuministici: cambiare la società senza fare piazza pulita del passato, rispettando la natura umana e soprattutto la libertà di coscienza.   Un ragazzo turbolento Arcis-sur-Aube, nella seconda metà del XVIII secolo, era …

Ritratto di Robespierre - Copia

ROBESPIERRE, RIVOLUZIONARIO PRIMA DELLA RIVOLUZIONE

di Giancarlo Ferraris – Turbato dalla morte della madre e dall’abbandono del padre, Maximilien fu un ottimo studente, appassionato di cultura classica e infervorato dalle dottrine egualitarie dei philosophes del XVIII secolo. Avvocato di fama e dall’eloquenza elegante, era noto come il difensore “dei deboli e degli oppressi”, a cui …