Currently browsing tag

Risorgimento

Porta Pia, a destra la braccia, 1870.

STORIA DI ROMA CAPITALE: L’INTERAZIONE STATO-CHIESA

di Pier Luigi Guiducci – Spesso gli storici descrivono una Chiesa in difesa, arroccata su posizioni intransigenti nei complessi anni del Risorgimento e della costruzione dello Stato unitario. Si tratta però di uno schema rigido, che non tiene in considerazione l’acceso anticlericalismo di quegli anni e nemmeno le numerose collaborazioni …

Pellico e Maroncelli lasciano la prigione di Venezia per essere condotti allo Spielberg (1822).

CARBONERIA: LA MICCIA CHE ACCESE IL RISORGIMENTO

di Alessandro Frigerio – Probabilmente nata in Francia nel XVIII secolo, l’organizzazione segreta rivoluzionaria penetrò anche nelle inquietudini politico-sociali italiane e… ♦ Le origini occulte  L’alone di mistero che circonda le attività della carboneria affonda le sue radici nella vaghezza stessa delle sue origini. Secondo alcuni studiosi rimontano addirittura all’XI …

dannunzio

IL LUNGO CREPUSCOLO DELL’ARISTOCRAZIA ITALIANA

di Roberto Poggi –   Dalla penna di Gabriele D’Annunzio, così abile nel raccontare il mesto tramonto della nobiltà italiana, alle sentenze evolutive della storia: la parabola dell’aristocrazia ha attraversato il ’900 avvinghiata all’imperativo di “declinare sopravvivendo”. Avversata e corteggiata dal ceto borghese.   L’aristocrazia idealizzata (Da Storia in Network …

italia-1865

LE PROPOSTE REGIONALISTE AGLI ALBORI DEL REGNO D’ITALIA

di Michele Strazza –   Agli albori del Regno d’Italia le aule parlamentari si occuparono di alcune proposte per la istituzione di “Regioni” come ulteriori circoscrizioni amministrative. Già prima della proclamazione del nuovo Regno, Luigi Carlo Farini, Ministro degli Interni del I Governo Cavour (21 gennaio 1860-21 marzo 1861), aveva …

Cattura

GLI IDEALI DI LIBERTÀ DI MELCHIORRE GIOIA

di Massimo Ragazzini – Il suo progetto di un’Italia repubblicana, libera, democratica e indivisibile influenzò Mazzini e anticipò lo stesso Cavour, in particolare sulle modalità di costruzione dell’unità del Paese. Lontano dalle astrattezze dell’epoca – siamo nel 1797 -, delineò un sistema istituzionale che coniugava il livello teorico con quello …

918px-Flag_of_the_Repubblica_Cispadana.svg

IL LAICISMO DI GIUSEPPE COMPAGNONI

di Massimo Ragazzini – Contenimento degli “eccessi” della rivoluzione francese, uguaglianza degli individui e dei sessi, tolleranza religiosa ma assoluta separazione tra Stato e Chiesa. Il pensiero di Compagnoni segna uno dei punti più alti raggiunti dalla coscienza laica nella storia civile e politica italiana. (da Annali Romagna 2016, supplemento …

Ingresso di Garibaldi a Napoli il 7 settembre 1860, di Franz Wenzel

IL CROLLO DEI BORBONE DI NAPOLI

di Ciro Pelliccio –   La fine del regno delle Due Sicilie fu dovuto alla profonda crisi della società meridionale e all’atteggiamento dei Borbone che, dopo aver creato la modernità nel Mezzogiorno, non seppero rinnovare le istituzioni verso forme politiche che quella stessa modernità avrebbe richiesto. Il crollo del regno …