Currently browsing tag

Colonialismo

20th_kansas_volunteers_marching_through_caloocan_at_night

FILIPPINE 1898, BANCO DI PROVA DELL’IMPERIALISMO YANKEE

di Massimo Iacopi – Gli Stati Uniti si lanciano in una operazione a 11 mila chilometri dalle coste californiane per strappare gli ultimi brandelli del morente impero spagnolo e posizionarsi in prossimità della Cina. È l’atto di nascita dell’imperialismo americano. Il 1° maggio 1898, all’alba, il conflitto ispano-americano si apre …

Cindia2

INDIA-CINA: UN CONFRONTO A GEOMETRIA VARIABILE

di Massimo Iacopi – La geografia, la storia, i popoli: i fondamenti della geopolitica sono semplici. Ma nel caso della Cina e dell’India sono alquanto complessi: due civiltà plurimillenarie che hanno avuto il tempo di conoscersi, di misurarsi e di confrontarsi. Non bisogna sempre fidarsi delle carte o forse, piuttosto, …

La Mapa Cor de Rosa - Sociedade de Geografia

COME SONO NATE LE FRONTIERE AFRICANE

di Massimo Iacopi – La definizione dei confini dell’Africa in epoca coloniale è stata affidata al più assoluto arbitrio. Con conseguenze di cui solo oggi misuriamo gli effetti devastanti.   All’indomani della grande ondata decolonizzatrice degli inizi degli anni ‘50, trenta capi di Stato africani firmarono, il 25 maggio 1963 …

truppe tedesche a Tsingtao

ASSEDIO A TSINGTAO, LA SINGAPORE TEDESCA IN CINA

di Max Trimurti – Nel settembre 1914 la colonia tedesca viene assediata dall’esercito e dalla marina giapponesi. Le ambizioni di Tokyo sulla porta di accesso alla Cina del nord si realizzano in poche settimane di feroci combattimenti. Quando nel novembre 1897 l’ammiraglio Otto von Diederichs (1843-1918) fa sbarcare le sue …

La cittadella di Mazagan

MAZAGAN, LA CITTÀ CHE ATTRAVERSÒ L’ATLANTICO

di Max Trimurti – Gli abitanti di questa piazzaforte portoghese in Marocco furono cacciati nel 1769 dal sultano Sidi Muhammad ibn Abd Allah. Ma quello stesso anno i suoi abitanti ne rifondarono una “nuova”  in Brasile. La medina occupa l’antico presidio portoghese. Un presidio a forma di stella, caratterizzato dalla …

La morte di José Martí in dipinto di Esteban Valderrama (1917)

JOSÉ MARTÍ, IL RIVOLUZIONARIO CHE NON AMAVA LE RIVOLUZIONI

di Carlo Federico Batà – Scrittore, poeta e leader del movimento per l’indipendenza cubana, sognava un Paese emancipato dal controllo della Spagna ed estraneo all’influenza degli Stati Uniti. (Da Storia in Network n. 75, gennaio 2003) L’Avana, venerdì 28 gennaio 1853. Al numero 41 di calle de Paula, vicino al …

Dogali 1887bis

GIUSEPPE MARIA GIULIETTI: GARIBALDINO, GEOGRAFO, ESPLORATORE

di Mario Veronesi – Fu uno degli artefici dell’espansione coloniale italiana in Africa Orientale. Lasciò numerose relazioni dei suoi viaggi di ricognizione morfologica e naturalistica nell’entroterra della baia di Assab e nella zona di Harar. Giuseppe Maria Giulietti nasce a Casteggio, in provincia di Pavia, il 28 dicembre 1847. Dopo …

Prigionieri Herero in un campo di concetramento

L’OLOCAUSTO HERERO E NAMA NELL’AFRICA TEDESCA

di Renzo Paternoster – La storia dell’Africa tedesca del Sud-Ovest è scritta col sangue, intessuta di razzismo e di sete di potere. Tra il 1884 e il 1908 la colonia tedesca fu il laboratorio per la creazione di campi di concentramento e la sperimentazione delle prime forme di eliminazionismo di …

Constitution_1861_-_Tunisie2

1861, LA PRIMA COSTITUZIONE IN TUNISIA

di Massimo Iacopi – E’ la prima costituzione ad essere promulgata nel mondo musulmano. Anche se sarà sospesa nel 1864 a seguito di una rivolta anti-fiscale, l’evento lascerà profonde tracce nella cultura politica del paese. La Tunisia moderna è un Paese di “anteprime” politiche. Nel 1861 questo Stato del Maghreb …