Currently browsing tag

Fascismo

Palestinesi armati durante la rivolta

IL “CORRIERE” E LA RIVOLTA ARABA NELLA PALESTINA MANDATARIA, 1937-1938

di Daniela Franceschi – Per insidiare il predominio britannico nel Mediterraneo, il fascismo doveva mostrarsi disponibile verso le istanze di autodeterminazione delle popolazioni arabe, assumendo nel contempo un atteggiamento antisionista. Il quotidiano di via Solferino non fece mancare il suo supporto. Il fallimento della politica inglese in Palestina fu evidente …

Generoso Pope - Copia

GENEROSO POPE, ITALOAMERICANO AL SERVIZIO DI MUSSOLINI E ROOSEVELT

di Michele Strazza – Emigrato dalla provincia di Benevento, fece fortuna negli Stati Uniti d’America nel settore immobiliare. Dopo aver costituito un potente gruppo editoriale, mise le sue testate a diposizione del potere politico. Obiettivo: orientare l’elettorato italoamericano a favore di Mussolini e procurarsi, al tempo stesso, l’appoggio del partito …

Accampamento italiano a Tripoli

LA LUNGA RICONQUISTA DELLA LIBIA, 1914-1932

di Emilio Bonaiti – Bisognava portare la bandiera ai confini dell’Algeria, che non erano definiti con certezza, evitare che nel Fezzan si formasse una base di ribelli che avrebbe potuto dare ai francesi l’opportunità di un’occupazione. Così, la riconquista della Libia – definita eufemisticamente un’“operazione di polizia” – si trascinò, …

Cover

IL “DIARIO” IN TRINCEA DI MUSSOLINI

di Alessandro Frigerio – Scritto tra il settembre 1915 e il febbraio 1917 – e pubblicato a puntate su “Il Popolo d’Italia” –, il Diario di guerra di Benito Mussolini è ancora oggi un’efficace e vivida testimonianza di ciò che rappresentò il primo conflitto mondiale per una parte dell’interventismo italiano. …

Turati2

LA FUGA DI FILIPPO TURATI

di Roberto Poggi – L’iniziativa non nacque dall’anziano leader socialista, ridotto all’ombra di sé stesso dopo l’instaurazione della dittatura fascista e la morte della compagna Anna Kuliscioff, ma da Carlo Rosselli. Il progetto di fuga verso la Svizzera si rivelò però troppo rischioso, così Turati fu fatto espatriare rocambolescamente in …

Mulberry Street, Little Italy, New York, primi del '900

IL FASCISMO E L’EMIGRAZIONE NEGLI STATI UNITI

di Michele Strazza – Mussolini voleva fare dei nostri emigranti i portabandiera della nuova Italia. Ma una volta raggiunto il potere, il fascismo ebbe verso l’emigrazione – soprattutto negli Stati Uniti – atteggiamenti molto diversi. La nascita della Casa di Cultura italiana a New York contribuì a veicolare la propaganda …

Benedetto XV nel suo studio

BENEDETTO XV, PONTEFICE IN UN MONDO IN CRISI

di  Pier Luigi Guiducci [1] – Eletto al soglio poche settimane dopo l’inizio della prima guerra mondiale, la sua azione si orientò verso alcuni obiettivi: cercare di non far estendere il conflitto, presentare soluzioni alternative al perdurare delle ostilità, sostenere le azioni umanitarie. Si mosse nel solco del nuovo secolo, …

Grano

LUCI E OMBRE DEL VENTENNIO FASCISTA

di Max Trimurti – Nella sua parabola ventennale il fascismo giunse a compromessi con i suoi principi e con l’anima cattolica del Paese. La “nazione al di sopra delle classi”, imposta anche attraverso la violenza, fu realizzata solo parzialmente attraverso il sistema corporativo. Ma non mancarono slanci per importanti rìforme …