Currently browsing category

Cattedra

Cattedra: Pensare alla scuola non è proibito, ma non basta

di Paolo Maria Di Stefano –   Un tempo, la scuola (quella pubblica gestita dallo Stato in particolare) era considerata una opportunità per le signore che si sentivano strette nel ruolo delle casalinghe. Sembra, perché si evidenziavano le diciotto ore settimanali di insegnamento frontale, e dunque l’ampio margine di tempo …

Cattedra: Note per un “Trattato sulla imbecillità”

di Paolo Maria Di Stefano – Leggo in Internet e riporto testualmente quanto pubblicato il 21 agosto alle 8h32’: “Carugate, cartello della vergogna contro disabile: identificato l’autore. “Oltre l’inciviltà. Non solo ha parcheggiato in un posto riservato ai disabili ma ha anche inveito contro un disabile per aver preso una …

Cattedra: Città, una parola da amministrare

di Paolo Maria di Stefano –   Sono certo che la gran parte dei grilli parlanti – adusi in genere al ragionare per slogan e sentito dire – troverà materia di scandalo non tanto nel contenuto di ciò che dirò, quanto piuttosto nella circostanza che tenterò di usare un linguaggio …

Cattedra: Ma l’inflazione…?

di Paolo M. Di Stefano – Gli economisti in tutto il mondo sembrano concordi non soltanto sulla impossibilità di modificare l’attuale sistema economico, tanto da cercare in tutti i modi (peraltro pochi e scontati!) di rivitalizzarlo, ma anche sul significato di precisi elementi che affermano costitutivi del sistema stesso. L’inflazione …

Cattedra: Gli Stati Uniti insegnano ad essere grandi

di Paolo M. Di Stefano – L’ho sostenuto in apertura dell’editoriale: dal momento che ogni medaglia ha due facce, se la prima che appare è negativa, non è detto che l’altra faccia lo sia altrettanto. E allora, forse guardando a questa ultima si possono intravedere opportunità altrimenti nascoste e disegnare …

Cattedra: 2017, speranze poche, domande tante

di Paolo M. Di Stefano – È un anno, questo 2017, nel quale io credo tutti noi riponiamo qualche speranza. Non le “grandi speranze”, di un tempo, quando tutto sembrava andare per il meglio: il benessere sembrava acquisito e irreversibile e alla politica si guardava con occhio forse più benevolo …