Carro armato distrutto a Vukovar, 1991 - Peter Denton

JUGOSLAVIA, UNA FINE ANNUNCIATA E PROGRAMMATA

di Massimo Iacopi – Creato artificialmente all’indomani della Prima guerra mondiale, lo Stato jugoslavo non è sopravvissuto alla fine della guerra fredda. La sua dissoluzione, abilmente gestita dall’esterno, ha generato nuove e vacillanti organizzazioni statali che promettono nuove instabilità per il futuro. Il secondo smembramento della Jugoslavia è stato la …

02259ok

IL CONSIGLIERE SPIRITUALE DI CADORNA

Il padre barnabita Giovanni Semeria, cappellano presso il Comando supremo, fu un acuto osservatore delle vicende belliche italiane durante la prima guerra mondiale: nelle sue Memorie, oltre a prendere le difese del “suo” generale, tratteggia con  penna felice e pungente eventi, personaggi e situazioni vissute in prima persona durante il …

Internate al lavoro a Ravensbrück

UN GINECOLOGO AL SERVIZIO DEL REICH NAZISTA

di Renzo Paternoster – La sterilizzazione dei “popoli inferiori” rientrava nella logica darwinista del nazismo. Carl Clauberg, medico tedesco, condusse ad Auschwitz numerosi esperimenti sugli esseri umani per definire un sistema che consentisse di rendere infeconde le donne ebree e rom. L’ossessione per la “purezza razziale” non è nuova nella …

Kruscev e Stalin nel 1936

LA MORTE DI STALIN SECONDO KRUSCEV

di Vincenzo Grienti – A dieci anni dalla scomparsa del dittatore sovietico, Nikita Kruscev rilascia un’intervista al settimanale Epoca. E’ quasi alla fine del suo percorso politico, ma vuole tramandare ai posteri la narrazione di quella notte del marzo 1953 in cui morì il grande tiranno. Il dittatore era riverso …

IL Cap Trafalgar colpito dal Carmania, settembre 1914

LE NAVI CORSARE TEDESCHE NELLA GRANDE GUERRA

di Mario Veronesi – Prima dello scoppio della Grande guerra le direttive della Marina germanica prevedevano che le navi passeggeri più grandi e capaci di sviluppare una velocità di almeno diciotto nodi fossero destinate, in caso di conflitto, ad essere convertite in incrociatori ausiliari da usarsi prevalentemente nella guerra di …

Giuseppe_Verdi_Portraitphotographie_mit_Widmung_1893

GIUSEPPE VERDI AL CONSERVATORIO DI MILANO

di Sollima Novi – Il futuro compositore aveva una cattiva postura al pianoforte e non fu ammesso al Conservatorio. Una mostra a Milano – “La mano, l’errore, il trionfo” – fa ammenda rendendo omaggio al suo straordinario genio con spartiti e strumenti appartenuti al maestro. Giuseppe Verdi non fu ammesso …

635px-Pedro_Berruguete_-_Saint_Dominic_Presiding_over_an_Auto-da-fe_(1475)

In libreria: Eresie e fiuto per il business

a cura di Alessandro Frigerio – Un volume che racconta la storia dell’Inquisizione romana alla luce della sua conduzione economica. L’attività quotidiana dei tribunali del Sant’Officio vide un intreccio continuo fra l’opera di salvaguardia dell’integrità del patrimonio dogmatico cattolico e l’oculata gestione del denaro necessaria a realizzarla. Gli inquisitori, oltre …

Editoriale: L’Italia evolve, cambiano i simboli di Stato

di Paolo Maria di Stefano – Da sempre lo status delle persone così come delle istituzioni si evidenzia attraverso “simboli” in origine esclusivi della categoria socio-economica o dello stile di vita di riferimento, mano a mano estesi per imitazione (e talvolta anche per conquista) agli appartenenti a categorie “in ascesa”. …

Cattedra: Ultime da Aristofane

di Paolo Maria di Stefano – Economia, tormentone da sempre, così come da sempre lo è la Politica e, ovviamente, gli annessi e connessi che vanno dai rapporti tra le due discipline alla valutazione delle persone destinate ad occuparsene, ai dubbi se sia meglio un Politico oppure un Tecnico al …