La Crimea e il mar d'Azov in una mappa del XVI secolo

CRIMEA, UNA PENISOLA CONCUPITA

di Massimo Iacopi – Nel marzo 2014, esattamente 60 anni dopo il “dono” da parte dell’URSS della Crimea all’Ucraina, Vladimir Putin ha riannesso la penisola del Mar Nero alla Russia. Per capire i rapporti di Mosca con questa repubblica – autonoma dal 1991, ma sotto sovranità Ucraina – occorre fare …

Parata-della-Deutsche-Volkspolizei

STASI, L’OCCHIO PARANOICO DELLA DDR

di Ferruccio Gattuso – Il più potente sistema di controllo della società. Il più efficiente e implacabile servizio segreto. L’occhio dello Stato e del regime comunista nelle case dei suoi cittadini. La nascita della Stasi rivela l’anima nera della DDR.   Una nascita silenziosa La parola magica nell’impianto ideologico e …

apertura

1918, LA GRANDE ILLUSIONE DOPO LA GRANDE GUERRA

di Max Trimurti – Nel novembre 1918 viene annunciato l’armistizio e la fine della Prima guerra mondiale. Si nutrono speranze per una pace duratura che eviti il ripetersi di una tragedia di così vaste proporzioni. Ma in quel conflitto e in quella pace si nasconde la matrice del destino europeo …

Dogali 1887bis

GIUSEPPE MARIA GIULIETTI: GARIBALDINO, GEOGRAFO, ESPLORATORE

di Mario Veronesi – Fu uno degli artefici dell’espansione coloniale italiana in Africa Orientale. Lasciò numerose relazioni dei suoi viaggi di ricognizione morfologica e naturalistica nell’entroterra della baia di Assab e nella zona di Harar. Giuseppe Maria Giulietti nasce a Casteggio, in provincia di Pavia, il 28 dicembre 1847. Dopo …

Foto

Senti che Storie…

di aF – Una rubrica di notizie, spigolature e curiosità per leggere lo “stato” della Storia attraverso i media italiani e internazionali. Togliasperi/1 Rai News24, Tg del 19 agosto. Un servizio cita i principali highlights di Alcide De Gasperi in occasione del 60° anniversario della sua morte: 1)  è stato …

Per cover libri

In libreria: Italiani in guerra, andata e ritorno

«La maggior parte di coloro che vennero travolti dalla guerra, fossero soldati al fronte o donne mobilitate nelle retrovie, fece la propria parte fino in fondo. Come ciò sia stato possibile, è uno dei quesiti a cui ho tentato di dare una risposta. Perché, dopo anni di combattimenti e morte …