Chi siamo

“Rivista di ricerche per professori, studenti e appassionati di viaggi nel passato”, così recitava il sottotitolo della testata che nel novembre 1996 – un’era geologica per il web, un battito di ciglia nell’arco temporale della storia – iniziava la sua avventura editoriale, prima fra le numerose riviste che si sarebbero poi aggiunte nel panorama della ricerca storica on-line.  Ideata da Franco Gianola, giornalista di razza e indimenticato suo primo direttore, “Storia in Network” non è mai venuta meno a questo approccio divulgativo: lontana da ingessati accademismi ma non per questo estranea alla correttezza documentale e a quel senso di responsabilità che chiunque scriva di storia sente di avere nei confronti di una materia così affascinante e ricca di implicazioni con il presente. Il lettore prima di tutto. Per questo, nel 1996 così come oggi, la nostra rivista continua a circondarsi di appassionati collaboratori: giornalisti, ricercatori, studiosi di discipline militari o semplici, ma non meno ferrati, cultori della materia. Tutti insieme coalizzati per fornire, grazie a uno sguardo attento e disincantato sul passato, nuove chiavi di lettura ai problemi del presente. L’approccio, ieri come oggi, è multidisciplinare. Dalle classiche res gestae, cioè le rievocazioni dei fatti del passato, alla cosiddetta storia événementielle, attenta agli sviluppi politici e diplomatici; dalla storia sociale e culturale, che combina fattori economici e sociopolitici, alla microstoria, capace di cogliere all’interno di realtà circoscritte gli elementi di continuità o di cambiamento rispetto ai grandi sviluppi epocali.
L’attenzione è dedicata principalmente alla storia moderna e contemporanea, dove più evidente è la crisi dell’equazione “modernità uguale progresso”, ma non disdegneremo puntate verso il medioevo e l’antichità classica. Il sito è organizzato in: Articoli, Reprint (una selezione dei migliori pezzi dal nostro archivio), Editoriale (il presente destinato a farsi storia), Cattedra (per approfondire i temi trattati nell’Editoriale) e rubrica dei Libri. La periodicità è mensile. Consigli, suggerimenti e spunti saranno, naturalmente, sempre bene accetti.
Infine, una nota tecnica. L’archivio storico è diviso in un “prima” e un “dopo” rispetto a questa piattaforma: tutto ciò che è stato pubblicato dal novembre 1996 al novembre 2013 è rintracciabile sul vecchio archivio, mentre gli articoli dal dicembre 2013 in avanti li troverete archiviati qui. Ciò significa che le ricerche eseguite dal nuovo sito non forniranno risultati relativi al vecchio, e viceversa.

Buona lettura a tutti